EU Projects

Framesport

Il progetto FRAMESPORT realizzerà un’iniziativa coordinata a sostegno di uno sviluppo integrato e sostenibile dei piccoli porti in una prospettiva strategica, permettendo in questo modo di essere dei motori socio-economici proattivi dello sviluppo della costa adriatica italiana e croata. Tale obiettivo strategico richiede un approccio multiforme, che comprende sia l’adozione di azioni pilota concrete sia l’identificazione di temi prioritari da promuovere all’interno della strategia complessiva. Le priorità vengono individuate attraverso un approccio dal basso verso l’alto, coinvolgendo gli attori locali e nazionali fin dalla fase di avvio del progetto. I partner, scelti per garantire un ampio approccio territoriale, affronteranno i temi della pianificazione e della gestione, l’implementazione di modelli di business, la valorizzazione della formazione e delle competenze, nonché lo sviluppo di strumenti e servizi ICT, sostenendo così un efficace sviluppo dei piccoli porti in tutta l’area adriatica. Il progetto si basa sulle conoscenze esistenti e capitalizza i risultati delle iniziative pilota integrandole in un nuovo quadro strategico che favorisca le prestazioni dei piccoli nodi marittimi lungo le coste adriatiche.

Gli sforzi di FRAMESPORT produrranno due risultati principali: da un lato la definizione di un approccio strategico comune nella sistematizzazione dei dati rilevanti sui piccoli porti, che si tradurrà in una piattaforma ICT che raccoglierà informazioni sulle loro infrastrutture, dati provenienti da diversi tipi di sensori e sulle loro potenzialità. Questo risultato sarà raggiunto anche grazie ad un risultato collegato che è il miglioramento della cooperazione tra gli attori coinvolti nello sviluppo dei piccoli porti. Allo stesso tempo la sua strategia si traduce in un’opportunità aperta per ogni piccolo porto per migliorare la pianificazione di strutture, servizi e modelli di business per il loro sviluppo sostenibile. Più in generale, il progetto FRAMESPORT contribuisce attivamente a definire una spina dorsale di riferimento che la comunità dei piccoli porti potrà sfruttare per migliorare ulteriormente l’efficienza dei loro servizi.